Eventi consigliati da TaT@rch.it

Clicca sui testi evidenziati in verde per maggiori informazioni!

Settembre:

  • Dal 7 settembre al 1 aprile 2024 >> La mostra Pavese ospita Calvino è l’occasione per scoprire un luogo suggestivo e magico, la Chiesa dei SS. Giacomo e Cristoforo a Santo Stefano Belbo, paese natale di Cesare Pavese che ospita l’omonima Fondazione. Da visitare per immergervi nei mondi di due autori straordinari e scoprire paesaggi incantevoli e poetici.
  • Dal 9 settembre al 10 dicembre >>Boccioni. Prima del Futurismo. La Fondazione Magnani- Rocca, nella sede di Mamiano di Traversetolo presso Parma, dedica a Umberto Boccioni una grande mostra composta da quasi duecento opere, tra cui spiccano alcuni capolavori assoluti dell’artista. La mostra si sofferma sulla figura del giovane Boccioni e sugli anni della formazione affrontando i diversi momenti della sua attività, confrontando le sue opere anche con quelle di altri artisti, offre un panorama ampio su un periodo fondamentale per l’attività di Boccioni che permette di porre in prospettiva lo svolgersi della sua ricerca.
  • Dal 30 settembre al 1 ottobre >> APPIA DAY – Il festival dell’Appia Antica  Appia Day nasce nel 2016 da un’idea di Velolove, associazione promotrice del Progetto GRAB – Grande Raccordo Anulare delle Biciclette, (già finanziato dal MIT e in attesa di realizzazione!) che prevede nel suo primo tratto la pedonalizzazione dell’Appia Antica. Ad esso sono legati molti eventi e visite guidate da Roma a Brindisi.
  • Dal 30 settembre al 18 novembre >> Complesso Monumentale di S.Maria dei Miracoli presso S.Celso, Milano. Tre visite (alle 15.30) alla scoperta della bellezza architettonica del Santuario. Milano è una città discreta che non esibisce subito tutte le sue bellezze. Il Santuario di S. Maria dei Miracoli presso San Celso ne è un esempio: verso il Corso Italia il muro liscio del porticato nasconde la sontuosa facciata e solo quando si entra nella chiesa esplode davanti ai nostri occhi la magnificenza del complesso. Forse anche per questo sono pochi, anche tra i milanesi, coloro che conoscono le bellezze racchiuse in questo luogo. 
  • Dal 21 settembre al 28 gennaio 2024 >>Vincent van Gogh. Pittore colto. MUDEC, Milano. Van Gogh nell’immaginario collettivo è spesso ricordato come un pittore folle, un solitario artista autodidatta senza molti appigli culturali morto suicida. Vincent van Gogh era invece un intellettuale estremamente colto. La mostra ribalta la prospettiva dello stereotipo-Van Gogh e presenta un Vincent van Gogh meno outsider e più sorprendentemente aggiornato sul dibattito culturale del suo tempo, mettendo in particolare evidenza il rapporto fra la visione pittorica e la profondità della dimensione culturale dell’artista, attraverso lo sviluppo di due temi di grande rilievo: da un lato quello del suo appassionato interesse per i libri, e dall’altro la fascinazione per il Giappone alimentata dall’amore per le stampe giapponesi, collezionate in gran numero.
  • Dal 22 settembre al 28 gennaio 2024 >> CASA BALLA – Casa d’artista – via Oslavia 39/b, Roma. In occasione dei 150 anni dalla nascita di uno dei padri della pittura futurista, Il MAXXI (Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo) apre a tutti le porte della straordinaria abitazione di Giacomo Balla, una casa che riassume tutto l’universo pittorico dell’artista, fatto di colori, forme ed effetti della luce.  
  • Dal 28 settembre al 7 aprile 2024 >> LE AVANGUARDIE. CAPOLAVORI DAL PHILADELPHIA MUSEUM OF ART. Palazzo Blu, Pisa. Una selezione di dipinti e sculture di grandi artisti del primo Novecento che hanno dato forma e colore a un tempo nuovo, rivoluzionando per sempre il corso della storia dell’arte. Un’occasione emozionante per ammirare alcuni punti di riferimento assoluti dell’arte europea.

Ottobre:

  • Fino all’8 ottobre >> Pop Up Edizione 2023, l’edizione 2023 che si tiene a Osimo, in provincia di Ancona,  con la mostra “PopUp Attitude” a Palazzo Gallo. Grandi wallpainting dipinti da artisti di fama internazionale, installazioni stencil poster, poster art, e una mostra con i principali protagonisti italiani dell’arte contemporanea urbana con la direzione artistica di PopUp Studio.
  • 7 ottobre >> Visita guidata a casa di Sol LeWitt a Praiano, la Casa dell’Orto. In occasione della 19esima Giornata del Contemporaneo, apertura speciale della casa dell’artista concettuale Sol LeWitt e visita guidata gratuita.
  • Dal 6 all’8 ottobre >> EDIT Napoli – Fiera internazionale del design. Tre giorni dedicati al design indipendente e agli autori di design nella bella location dell’Archivio di Stato di Napoli.
  • 7 ottobre >> Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.  Giunta alla diciannovesima edizione, la Giornata del Contemporaneo coinvolgerà musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d’artista su tutto il territorio nazionale, raccontando la vitalità dell’arte contemporanea nel nostro Paese e anche quest’anno, per favorire e valorizzare la partecipazione più ampia possibile, manterrà un formato ibrido, fisico e digitale, con proposte online e offline. Coinvolgendo i luoghi contemporanei più interessanti.
  • Dal 13 ottobre al 4 febbraio 2024 >>A Firenze, Fondazione Palazzo Strozzi presenta Anish Kapoor. Untrue Unreal, una grande mostra ideata e realizzata insieme al celebre maestro, che ha rivoluzionato l’idea di scultura nell’arte contemporanea. A cura di Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione, la mostra propone un percorso tra monumentali installazioni, ambienti intimi e forme conturbanti, creando un originale e coinvolgente dialogo tra l’arte di Anish Kapoor, l’architettura e il pubblico di Palazzo Strozzi.
  • Dal 20 al 22 ottobre >> Open House Italia. Un’idea nata per condividere l’esperienza e i saperi, promuovere insieme in maniera organica i valori della filosofia di Open House: la bellezza dell’architettura, il desiderio di conoscenza, la voglia di partecipazione e condivisione con i cittadini. Da Nord a Sud, Open House Italia è un ponte che congiunge le architetture e gli skyline di quattro città (Milano, Napoli, Roma, Torino) e attraversa l’inestimabile patrimonio storico e i differenti stili per  interrogarsi su un presente complesso, in costante cambiamento. 
  • Dal 5 ottobre al 4 febbraio 2024 >>Morandi 1890-1964, Palazzo Reale, Milano. La mostra per estensione e qualità delle opere è tra le più importanti e complete retrospettive sul pittore bolognese realizzate negli ultimi decenni. Il percorso espositivo segue un criterio cronologico con accostamenti mirati e inediti che documentano l’evoluzione stilistica e il modus operandi del pittore, 34 sezioni che raccontano le varie fasi della pittura del Maestro. “Ritengo che non vi sia nulla di più surreale, nulla di più astratto del reale” Giorgio Morandi.
  • Dal 13 ottobre al 4 febbraio 2024 >> Favoloso Calvino. Scuderie del Quirinale, Roma. La mostra è pensata come un viaggio attraverso la vita, le scelte, l’impegno politico e civile, i luoghi e, soprattutto, la produzione letteraria e il metodo di lavoro di Italo Calvino. Sono esposte più di duecento opere tra dipinti, sculture, disegni e illustrazioni di decine di artisti dal Rinascimento a oggi, codici miniati medievali, arazzi, fotografie e ritratti d’autore e molte prime edizioni dei libri di Italo Calvino.
  • Dal 28 ottobre al 17 dicembre 2023 e dal e dal 13 gennaio al 19 maggio 2024 >> La Fondazione Arnaldo Pomodoro a Milano torna ad ospitare Open Studio, il ciclo di mostre allestite nello studio del Maestro nate con lo scopo di riscoprire e approfondire temi e periodi particolari del percorso artistico di Arnaldo Pomodoro, esponendo opere, documenti e materiali d’archivio originali. Fino a dicembre sarà visitabile ogni sabato e domenica dalle 11:00 alle 19:00 la mostra La negazione della forma. Arnaldo Pomodoro tra minimalismo e controcultura.

Novembre:

  • Dal 23 novembre al 4 febbraio 2024 >> La mostra su Ferdinando Botero, Botero – Via Crucis, alla Permanente di Milano. La prima mostra postuma di uno degli artisti contemporanei più amati dal pubblico, una collezione che suona oggi come un vero e proprio testamento spirituale.
  • Dal 18 novembre al 17 marzo 2024 >> Il Labirinto della Masone, Fontanellato (PR), accoglie una nuova grande mostra dedicata allo scrittore Orhan Pamuk, premio Nobel per la Letteratura nel 2006, e alla sua inedita produzione grafica. Nella mostra ORHAN PAMUK. Parole e Immagini, dodici dei taccuini che Pamuk popola di parole e immagini verranno esposti e commentati in un percorso scenografico, reale e spettacolare insieme.
  • Dal 25 novembre al 25 febbraio 2024 >>Marc Chagall – Gli stati dell’anima. Colore, sentimenti, ottimismo e allegria sono i protagonisti della mostra su Marc Chagall a Torino, nelle sale di di Palazzo Barolo. Oltre settanta opere dallo stile artistico unico, immaginifico e sognante, per scoprire con gli occhi di Chagall tutti gli stati dell’anima.

Dicembre:

  • Dal 16 dicembre al 12 maggio 2024 >> A Padova, a Palazzo Zabarella, si accendono i riflettori sul modernismo francese con la mostra Da MONET a MATISSE. French Moderns, 1850–1950, che presenta 59 opere provenienti dalla straordinaria collezione europea del Brooklyn Museum. La mostra racconta di uno dei secoli più affascinanti della storia dell’arte, quando gli artisti si allontanarono dalla tradizione artistica accademica per concentrarsi su soggetti della vita quotidiana. Grandi nomi e grandi opere in mostra a partire da Monet e Cézanne, per continuare con Léger, Morisot, Renoir, Degas, Matisse, Courbet, Corot, Rodin e Chagall.

Maggio:

  • Dal 6 al 10 Maggio >> A Napoli, si accendono i riflettori sul Design, evento organizzato dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli “Federico II”, con il patrocinio del Comune di Napoli e dell’ADI_Delegazione Campania, in partenariato con la Apple Developer Academy e le Edizioni Cratèra, l’evento mira a valorizzare il ruolo del Design nella trasformazione degli ambienti di vita e nel miglioramento della qualità estetica, economica e sociale della città. La manifestazione si svolgerà presso Palazzo Gravina, sede storica della Facoltà di Architettura, e offrirà un ricco programma di mostre, installazioni, conferenze, seminari, workshop, presentazioni di libri e proiezioni di film.
Condividi